Così parlò Zarathustra – Nietzsche

Nietzsche-1882

Friedrich Wilhelm Nietzsche (1844 – 1900): filosofo, poeta, saggista, compositore e filologo tedesco.

Giunto a trent’anni, Zarathustra lasciò il suo paese e il lago del suo paese, e andò sui monti. Qui godette del suo spirito e della sua solitudine, né per dieci anni se ne stancò. Alla fine si trasformò il suo cuore, – e un mattino egli si alzò insieme all’aurora, si fece al cospetto del sole e così gli parlò: “Astro possente! Che sarebbe la tua felicità, se non avessi coloro ai quali risplendi! Per dieci anni sei venuto quassù, alla mia caverna; sazio della tua luce e di questo cammino saresti divenuto, senza di me, la mia aquila, il mio serpente. Noi però ti abbiamo atteso ogni mattino e liberato del tuo superfluo, di ciò ti abbiamo benedetto. 

(Inizio di: Così parlò Zarathustra di Friedrich Wilhelm Nietzsche )

Così ragionano tutti i pesci, […] ciò di cui essi non toccano il fondo, è senza-fondo.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Cosi-ragionano-tutti-i-pesci-cio-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

Se volete arrivare in alto, usate le vostre gambe! Non lasciatevi trasportare in alto, non sedetevi su dorsi e teste altrui!
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Se-volete-arrivare-in-alto-usate-le-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

Stato si chiama il più freddo di tutti i mostri. Ed è freddo anche nel suo mentire; e dalla sua bocca striscia questa menzogna: “Io, lo Stato, sono il popolo!”
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Stato-si-chiama-il-piu-freddo-di-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

Queste persone si astengono, è vero: ma la Sensualità, quella cagna, invidiosa e torva, guarda in fuori da tutto ciò che fanno.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
Una vita libera è ancora aperta alle anime grandi. Chi poco possiede tanto meno è posseduto: sia lodata la piccola povertà.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Una-vita-libera-e-ancora-aperta-alle-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

Meglio non sapere nulla, che molte cose a metà! Meglio essere un folle per propria iniziativa, che un saggio secondo il parere di un altro!
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Meglio-non-sapere-nulla-che-molte-cose-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

(Alle donne). Sia questo il vostro onore: amare sempre più di quanto siete amate, non essere mai seconde!
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Alle-donne-Sia-questo-il-vostro-onore-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

Diventa ciò che sei!
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Diventa-cio-che-sei-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

E se un amico ti fa del male, devi dire: «Io ti perdono ciò che hai fatto a me; ma come potrei perdonarti di aver fatto ciò – a te stesso!».
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

E-se-un-amico-ti-fa-del-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

Ci furono sempre malati fra coloro che sognano e cercano Dio; e tutti odiano ferocemente chi aspira alla conoscenza e la più giovane tra le virtù, che ha nome sincerità.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
Chi deve essere un creatore non fa che distruggere.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
Fratelli miei, forse sono crudele? Ma io dico: a ciò che sta cadendo si deve dare anche una spinta!
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Fratelli-miei-forse-sono-crudele-Ma-io-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

La felicità dell’uomo dice: io voglio. La felicità della donna dice: lui vuole.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
L’uomo tema la donna, se odia: giacché in fondo all’anima l’uomo è solo malvagio, mentre la donna è cattiva.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Luomo-tema-la-donna-se-odia-giacche-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

E chi non ha ali non deve mettersi al di sopra di abissi.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

E-chi-non-ha-ali-non-deve-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

Dovete avere solo nemici da odiare, e non nemici da disprezzare: dovete essere orgogliosi del vostro nemico.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Dovete-avere-solo-nemici-da-odiare-e-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

 

Due cose vuole l’uomo autentico: pericolo e giuoco. Perciò egli vuole la donna, come il giocattolo più pericoloso. L’uomo deve essere educato per la guerra e la donna per il ristoro del guerriero: tutto il resto è sciocchezza. Al guerriero non piacciono frutti troppo dolci. Perciò gli piace la donna; anche la donna più dolce è amara.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Diffidate di tutti coloro nei quali è forte l’istinto di punire!
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Diffidate-di-tutti-coloro-nei-quali-e-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

 

Io amo colui che si vergogna quando il dado cade in modo favorevole a lui, e si chiede: “Sono forse un baro?” giacché egli vuole andare a fondo.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Io-amo-colui-che-si-vergogna-quando-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

 

Dormire non è poca arte: è necessario vegliare tutto il giorno per giungervi.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Dormire-non-e-poca-arte-e-necessario-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

 

Colui che conosce la verità salta malvolentieri nelle sue acque, non quando sono sporche, ma quando sono poco profonde.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Il vostro omicidio, o giudici, dev’essere compassione e non vendetta. E mentre uccidete badate a giustificare la vita!
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Lascia che il mondo vada come vuole! Non muovere un dito per impedirlo!
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Lascia-che-il-mondo-vada-come-vuole-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

 

Qual è la specie più alta dell’essere e qual è la più vile? Il parassita è la più vile, ma chi è della specie più alta nutre il maggior numero di parassiti.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Essi si vantano di non mentire: ma l’impotenza a mentire è ben lungi dall’amore per la verità. Guardatevi da loro! […] Chi non sa mentire non sa che cos’è la verità.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

L’uomo è un cavo teso tra la bestia e il superuomo, – un cavo al di sopra di un abisso.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Luomo-e-un-cavo-teso-tra-la-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

 

«Vai dalle donne? Non dimenticare la frusta!»
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Con tuoni e celesti fuochi d’artificio si deve parlare a sensi fiacchi e addormentati. Ma la voce della bellezza parla sommessa: essa s’insinua soltanto nelle anime più deste.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Nell’amore c’è sempre un po’ di follia. Ma nella follia c’è sempre un po’ di saggezza.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Nellamore-ce-sempre-un-po-di-follia-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

 

Da quando vi sono uomini, l’uomo ha gioito troppo poco: solo questo, fratelli, è il nostro peccato originale!
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

In nome del mio amore e della mia speranza, ti scongiuro: non buttar via l’eroe che è nella tua anima! Mantieni sacra la tua speranza più elevata!
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

In passato foste scimmie, ma ancor oggi l’uomo è più scimmia di qualsiasi scimmia.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

In-passato-foste-scimmie-ma-ancor-oggi-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

 

Ci vuole più coraggio a farla finita, che a scrivere un verso nuovo: ciò sanno i medici e i poeti.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Il mondo mi sembrò l’opera di un dio sofferente e torturato [..] Il creatore non voleva guardare se stesso – e allora creò il mondo.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Per la donna, l’uomo è un mezzo il cui fine è un bambino.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Chi scrive in sangue e sentenze, non vuol essere letto ma imparato a mente.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Chi-scrive-in-sangue-e-sentenze-non-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

 

Sì, c’è qualcosa di invulnerabile, d’inseppellibile in me, qualcosa che frantuma le rocce: si chiama la mia volontà. Silenziosa e immutata resta al passare degli anni.[…] Sì, tu sei quella che trasforma tutti i sepolcri in rovine: salute a te, mia volontà! E soltanto dove ci sono sepolcri, ci sono resurrezioni.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Quando volete parlar bene di voi, vi procurate un testimonio; e quando l’avete sedotto a pensar bene di voi, allora anche voi pensate bene di voi stessi.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Vi scongiuro, fratelli miei, rimanete fedeli alla Terra, e non credete a coloro che vi parlano di speranze soprannaturali! Sono avvelenatori, che lo sappiano o no.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Il deserto cresce; guai a colui che cela deserti dentro di sé!
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Il-deserto-cresce-guai-a-colui-che-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

 

Una volta lo spirito era Dio, poi si fece uomo, e adesso sta diventando plebe.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Questo santo vegliardo non ha ancora sentito dire nella sua foresta che: Dio è morto.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Ma a che parlo, quando nessuno ha i miei orecchi!
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Ma-a-che-parlo-quando-nessuno-ha-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

 

È vero: amiamo la vita non perché siamo abituati alla vita, ma perché siamo abituati ad amare. C’è sempre un grano di pazzia nell’amore. D’altra parte c’è sempre anche un po’ di ragione nella follia.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Matrimonio: ecco come chiamo la volontà di creare in due quell’uno che sarà qualcosa di più dei suoi due procreatori.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

«Perché così duro! – disse una volta il carbone al diamante; non siamo forse parenti stretti?» – Perché così molli? Fratelli miei, questo io chiedo a voi: non siete forse – i miei fratelli?
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Perche-cosi-duro-disse-una-volta-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

 

Io amo colui che getta parole d’oro davanti alle sue azioni e mantiene sempre più di ciò che aveva promesso: perché egli vuole la propria distruzione.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Ah, ci sono tante cose fra cielo e terra, di cui soltanto i poeti hanno sognato qualcosa.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Erano gradini per me, li ho saliti; a tal fine ho dovuto oltrepassarli. Ma quelli credevano che volessi riposarmi su di loro.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Erano-gradini-per-me-li-ho-saliti-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

 

Perché gli uomini non sono eguali: così parla la giustizia.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Io amo colui che spreca la propria anima, che non vuole ringraziamenti, e che non restituisce nulla: perché egli dona sempre e non vuole conservarsi.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Bisogna per forza maledire, là dove non si può amare?
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)

Bisogna-per-forza-maledire-la-dove-non-Cosi-parlo-Zarathustra-Friedrich-Nietzsche

 

“Io vi insegno il superuomo”. L’uomo è qualcosa che deve essere superato.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Vi è più ragione nel tuo corpo che nella tua migliore saggezza. E chissà a quale scopo per il tuo corpo è necessaria proprio la tua migliore saggezza?
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Le vostre debolezze sono salite al cielo delle virtù.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)
 

Tu dici che è la buona causa che consacra perfino la guerra? Io ti dico: è la buona guerra che consacra ogni causa.
Friedrich Nietzsche (Così parlò Zarathustra)