Friedrich Nietzsche

Nietzsche-nel-1875

Friedrich Wilhelm Nietzsche (1844 – 1900): filosofo, poeta, saggista, compositore e filologo tedesco. Scrisse saggi e opere aforistiche sulla morale, sulla religione (cristiana), sulla società moderna, sulla scienza.  (…continua↓)

«All’osservatore frettoloso la sua figura non presentava nulla che desse nell’occhio: l’uomo di media statura, dagli abiti estremamente semplici, ma anche estremamente curati, dai tratti distesi e dai capelli castani pettinati all’indietro, poteva facilmente passare inosservato. Il contorno della bocca, sottile e quanto mai espressivo, veniva quasi interamente nascosto dai grossi baffi pettinati in avanti, aveva una risata sommessa, un modo di parlare senza fragore, un’andatura cauta e meditabonda con le spalle che un po’ s’incurvavano; era difficile immaginare un uomo del genere in mezzo a una folla: portava su di sé il segno di chi resta in disparte, di chi sta da solo. D’incomparabile bellezza e di tale nobiltà di forma da attirare involontariamente lo sguardo erano invece le mani… Il contegno suscitava l’impressione di segretezza e di riservatezza. Nella vita di ogni giorno era di una grande cortesia e di una mitezza quasi femminile.»

Nietzsche descritto da Lou Andreas-Salomé

Non c’è niente da fare: ogni maestro ha solo un allievo – e questo gli diventa infedele – perché è destinato anche lui a essere maestro.

Friedrich Nietzsche (Umano, troppo umano)

Non-ce-niente-da-fare-ogni-maestro-Umano-troppo-umano-Friedrich-Nietzsche

Alla fine si deve fare ogni cosa da sé, per sapere da sé qualcosa: cioè si ha sempre molto da fare!

Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Alla-fine-si-deve-fare-ogni-cosa-Al-di-la-del-bene-e-del-male-Friedrich-Nietzsche

Prerogativa della grandezza. – È prerogativa della grandezza rendere molto felici con piccoli doni.

Friedrich Nietzsche (L’uomo solo con se stesso)

Prerogativa-della-grandezza-E-prerogativa-della-La-gaia-scienza-Friedrich-Nietzsche

Beati quelli che dimenticano, perché essi giungeranno a farla “finita” anche con le loro stupidaggini.

Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Senza musica la vita sarebbe un errore.

Friedrich Nietzsche (Crepuscolo degli idoli)

I medici più pericolosi sono quelli che, da attori nati, imitano con perfetta arte di illusione il medico nato.

Friedrich Nietzsche (Umano, troppo umano)

I-medici-piu-pericolosi-sono-quelli-che-Umano-troppo-umano-Friedrich-Nietzsche

Ogni giorno mi stupisco: io non mi conosco!

Friedrich Nietzsche (1880)

Più importante. – Si considera la cosa non spiegata e oscura più importante di quella spiegata e chiara.

Friedrich Nietzsche (L’uomo solo con se stesso)

Piu-importante-Si-considera-la-cosa-Luomo-solo-con-se-stesso-Friedrich-Nietzsche

I fanatici sono pittoreschi, l’umanità preferisce veder gesticolare, piuttosto che sentire ragioni…

Friedrich Nietzsche (L’Anticristo. Maledizione del Cristianesimo)

La logica è legata a questa condizione: supporre che si diano casi identici, perché senza costanti l’uomo non può sopravvivere.

Friedrich Nietzsche (Friedrich Nietzsche)

Spesso contraddiciamo un’opinione, mentre propriamente ci è antipatico soltanto il tono con cui essa è stata espressa.

Friedrich Nietzsche (Umano, troppo umano)

Spesso-contraddiciamo-unopinione-mentre-propriamente-ci-e-Umano-troppo-umano-Friedrich-Nietzsche

Colui al quale i pregiudizi correnti non suonano paradossali, non ha ancora sufficientemente riflettuto.

Friedrich Nietzsche (1880)

Il successo è sempre stato il più grande bugiardo.

Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Il-successo-e-sempre-stato-il-piu-Al-di-la-del-bene-e-del-male-Friedrich-Nietzsche

Non è già la forza, bensì la durata di un alto sentire che fa gli uomini superiori.

Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Limiti del nostro udito. – Si odono soltanto le domande a cui siamo in grado di rispondere.

Friedrich Nietzsche (La gaia scienza)

Limiti-del-nostro-udito-Si-odono-La-gaia-scienza-Friedrich-Nietzsche

Tutte le valutazioni sono affrettate, e debbono esserlo.

Friedrich Nietzsche (Umano, troppo umano)

Si è maggiormente in pericolo di essere investiti quando si è appena scansata una vettura.

Friedrich Nietzsche (Umano, troppo umano)

Si-e-maggiormente-in-pericolo-di-essere-La-gaia-scienza-Friedrich-Nietzsche

Non già il loro amore per il prossimo, bensì l’impotenza del loro amore per il prossimo impedisce agli attuali cristiani di metterci […] sul rogo.

Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Destino umano. – Chi pensa profondamente sa di aver sempre torto, comunque agisca e giudichi.

Friedrich Nietzsche (L’uomo solo con se stesso)

Bontà materna. – Ci son madri che han bisogno di figli felici e rispettati, altre invece di figli infelici: altrimenti non possono mostrare la loro bontà materna.

Friedrich Nietzsche (Umano, troppo umano)
Non femminile. – “Stupido come un uomo”, dicono le donne: “vile come una donna”, dicono gli uomini. La stupidità è nella donna l’elemento non femminile.
Friedrich Nietzsche (Il viandante e la sua ombra)
Con un talento in più si è spesso più insicuri che con uno in meno: come il tavolo sta meglio su tre che su quattro gambe.
Friedrich Nietzsche (Umano, troppo umano)

Con-un-talento-in-piu-si-e-Umano-troppo-umano-Friedrich-Nietzsche

Chi disprezza se stesso, continua pur sempre ad apprezzarsi come disprezzatore.
Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Chi-disprezza-se-stesso-continua-pur-sempre-Al-di-la-del-bene-e-del-male-Friedrich-Nietzsche

Per vivere soli bisogna essere o un animale o un dio – dice Aristotele. Manca il terzo caso: bisogna essere l’uno e l’altro – un filosofo…
Friedrich Nietzsche (Crepuscolo degli idoli)
Chi lotta con i mostri deve guardarsi di non diventare, così facendo, un mostro. E se tu scruterai a lungo in un abisso, anche l’abisso scruterà dentro di te.
Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Chi-lotta-con-i-mostri-deve-guardarsi-Al-di-la-del-bene-e-del-male-Friedrich-Nietzsche

Nella solitudine il solitario divora se stesso. Nella moltitudine lo divorano i molti. Ora scegli.
Friedrich Nietzsche (Friedrich Nietzsche)
E nessuno mente tanto quanto l’indignato.
Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

E-nessuno-mente-tanto-quanto-lindignato-Al-di-la-del-bene-e-del-male-Friedrich-Nietzsche

Maturità dell’uomo: significa aver ritrovato la serietà che da fanciulli si metteva nei giuochi.
Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)
Il verme calpestato si rattrappisce. E questo è intelligente. Diminuisce infatti le probabilità di venir calpestato un’altra volta. Nel linguaggio della morale: umiltà.
Friedrich Nietzsche (Crepuscolo degli idoli)
Non all’altezza. Una cosa buona non ci piace quando non ne siamo all’altezza.
Friedrich Nietzsche (Opinioni e detti diversi)

Non-allaltezza-Una-cosa-buona-non-ci-La-gaia-scienza-Friedrich-Nietzsche

Non si è dato mai il caso di una donna che abbia preso un raffreddore con un vestito scollato di un grande sarto.
Friedrich Nietzsche (Friedrich Nietzsche)

Non-si-e-dato-mai-il-caso-Friedrich-Nietzsche

Se si ha carattere, si ha anche una propria tipica esperienza interiore, che ritorna sempre.
Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Avanti sul nemico. – Che bel suono hanno la cattiva musica e le cattive ragioni quando si marcia contro il nemico!
Friedrich Nietzsche (Aurora)

Avanti-sul-nemico-Che-bel-suono-La-gaia-scienza-Friedrich-Nietzsche

Presenza di testimoni. – Dietro un uomo caduto in acqua ci si tuffa tanto più volentieri se si è in presenza di persone che non osano farlo.
Friedrich Nietzsche (Umano, troppo umano)
Nella vendetta e nell’amore la donna è più barbarica dell’uomo.
Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Nessun vincitore crede al caso.
Friedrich Nietzsche (La gaia scienza)

Nessun-vincitore-crede-al-caso-La-gaia-scienza-Friedrich-Nietzsche

La familiarità del superiore irrita, perché non può essere ricambiata.
Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

La-familiarita-del-superiore-irrita-perche-non-Al-di-la-del-bene-e-del-male-Friedrich-Nietzsche

In tempi di pace l’uomo guerriero si scaglia contro se stesso.
Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

In-tempi-di-pace-luomo-guerriero-si-Al-di-la-del-bene-e-del-male-Friedrich-Nietzsche

Contro la noia gli stessi dèi lottano invano.
Friedrich Nietzsche (L’Anticristo. Maledizione del Cristianesimo)

Contro-la-noia-gli-stessi-dei-lottano-LAnticristo-Maledizione-del-Cristianesimo-Friedrich-Nietzsche

Vivi ogni giorno della tua vita come se fosse il primo, come se fosse l’ultimo.
Friedrich Nietzsche (Friedrich Nietzsche)

Vivi-ogni-giorno-della-tua-vita-come-La-gaia-scienza-Friedrich-Nietzsche

Occorre saper conservarsi: è la più forte prova d’indipendenza.

Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

La donna impara a odiare nella misura in cui disimpara ad affascinare.

Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

La-donna-impara-a-odiare-nella-misura-Al-di-la-del-bene-e-del-male-Friedrich-Nietzsche

L’amore è quello stato in cui l’uomo vede, il più delle volte, le cose così come non sono.

Friedrich Nietzsche (L’Anticristo. Maledizione del Cristianesimo)

Lamore-e-quello-stato-in-cui-luomo-LAnticristo-Maledizione-del-Cristianesimo-Friedrich-Nietzsche

Sento spesso il bisogno di ruminare il passato e di rendere digeribile il presente con quel condimento.

Friedrich Nietzsche (Friedrich Nietzsche)

L’amore per la verità ha la sua ricompensa nel cielo e anche già sulla terra.

Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Lamore-per-la-verita-ha-la-sua-Al-di-la-del-bene-e-del-male-Friedrich-Nietzsche

Sì, di tanto in tanto provo una vera ripugnanza per la carta stampata, che mi pare carta sporcata e niente di più. Posso benissimo immaginarmi un’epoca in cui si preferirà legger poco, scrivere ancor meno, ma pensar molto, e, molto più ancora, agire. Giacché ora tutto attende l’Uomo di azione, che scuota da sé e dagli altri le abitudini millenarie, e compia buone azioni animate da uno spirito nuovo, perché vengano imitate. (lettera a Malwida von Meysenburg, Basilea, 6 aprile 1873)

Friedrich Nietzsche (Lettere)

Vivere con immensa e superba imperturbabilità; sempre al di là.

Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Disprezzo. – Al disprezzo altrui l’uomo è più sensibile che a quello che gli viene da se stesso.

Friedrich Nietzsche (L’uomo solo con se stesso)

Disprezzo-Al-disprezzo-altrui-luomo-e-Luomo-solo-con-se-stesso-Friedrich-Nietzsche

Contro i sognatori. – Il sognatore rinnega la verità di fronte a sé, il bugiardo solo davanti agli altri.

Friedrich Nietzsche (Opinioni e detti diversi)

L’unità di luogo e di dramma. – Se i coniugi non vivessero insieme, i buoni matrimoni sarebbero più frequenti.

Friedrich Nietzsche (Umano, troppo umano)

«Io ho fatto questo» dice la mia memoria. «Io non posso aver fatto questo» – dice il mio orgoglio e resta irremovibile. Alla fine – è la mia memoria ad arrendersi.

Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Io-ho-fatto-questo-dice-la-mia-Al-di-la-del-bene-e-del-male-Friedrich-Nietzsche

È noto che certi uomini, nell’attimo di un pericolo eccezionale, o soprattutto nel prendere un’importante decisione sulla propria vita, condensano tutto il vissuto in una visione infinitamente accelerata e tornano a conoscere, con acutezza davvero rara, tanto le cose prossime come le più lontane.

Friedrich Nietzsche (Richard Wagner a Bayreuth)

Il pauroso non sa che cosa significa essere soli: dietro la sua poltrona c’è sempre un nemico.

Friedrich Nietzsche (Aurora)

A me si confà unicamente il giorno seguente al domani. C’è chi è nato postumo.

Friedrich Nietzsche (L’Anticristo. Maledizione del Cristianesimo)

A-me-si-confa-unicamente-il-giorno-LAnticristo-Maledizione-del-Cristianesimo-Friedrich-Nietzsche

Non si trascuri infatti questa circostanza: per necessità di natura i forti tendono a dissociarsi, quanto i deboli ad associarsi.

Friedrich Nietzsche (Genealogia della morale)

Il basso ventre è il motivo per cui non è tanto facile all’uomo credersi un dio.

Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Ogni far politica, anche nei più grandi statisti, è un improvvisare a caso.

Friedrich Nietzsche (Il viandante e la sua ombra)

Ogni-far-politica-anche-nei-piu-grandi-La-gaia-scienza-Friedrich-Nietzsche

Contro alcune difese. – Il modo più perfido di danneggiare una cosa è quello di difenderla intenzionalmente adducendo motivi falsi.

Friedrich Nietzsche (La gaia scienza)

Contro-alcune-difese-Il-modo-piu-La-gaia-scienza-Friedrich-Nietzsche

Il miglior rimedio. – Un po’ di salute ogni tanto è il miglior rimedio per il malato.

Friedrich Nietzsche (Il viandante e la sua ombra)

Le stesse passioni nell’uomo e nella donna hanno un “tempo diverso”: perciò uomo e donna non cessano di fraintendersi.

Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Quando siamo costretti a farci una diversa opinione su qualcuno, gli facciamo pagare a caro prezzo il disagio che così ci arreca.

Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Quando-siamo-costretti-a-farci-una-diversa-Al-di-la-del-bene-e-del-male-Friedrich-Nietzsche

Dalla scuola di guerra della vita. Quello che non mi ammazza mi rende più forte.

Friedrich Nietzsche (Crepuscolo degli idoli)

Uccelli canori. – I seguaci di un grand’uomo sono soliti accecarsi per meglio cantarne le lodi.

Friedrich Nietzsche (Opinioni e detti diversi)

Uccelli-canori-I-seguaci-di-un-Opinioni-e-detti-diversi-Friedrich-Nietzsche

Quando la menzogna coincide con il nostro carattere mentiamo nel migliore dei modi.

Friedrich Nietzsche (1880)

Tutti gli uomini che facciamo aspettare a lungo nell’anticamera del nostro favore vanno in fermentazione o divengono acidi.

Friedrich Nietzsche (Umano, troppo umano)

Tutti-gli-uomini-che-facciamo-aspettare-a-Umano-troppo-umano-Friedrich-Nietzsche

L’autore migliore sarà quello che si vergognerà di diventare scrittore.

Friedrich Nietzsche (Umano, troppo umano)

Non si può essere felici finché intorno a noi tutti soffrono e si infliggono sofferenze; non si può essere morali fintantoché il procedere delle cose umane viene deciso da violenza, inganno e ingiustizia; non si può neppure essere saggi fintantoché l’umanità non si sia impegnata nella gara della saggezza e non introduca l’uomo alla vita e al sapere del più saggio dei modi.

Friedrich Nietzsche (Richard Wagner a Bayreuth)

Ci vuole più coraggio e forza di carattere per fermarsi o addirittura per volgersi indietro che per andare avanti.

Friedrich Nietzsche (La volontà di potenza)

Ci-vuole-piu-coraggio-e-forza-di-La-volonta-di-potenza-Friedrich-Nietzsche

L’ipocrita più distinto. – Il non parlare mai di sé è un’ipocrisia molto distinta.

Friedrich Nietzsche (Umano, troppo umano)

Lipocrita-piu-distinto-Il-non-parlare-La-gaia-scienza-Friedrich-Nietzsche

Da non dimenticare. – Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare.

Friedrich Nietzsche (Aurora)

Da-non-dimenticare-Quanto-piu-ci-Aurora-Friedrich-Nietzsche

Alle persone che non amiamo imputiamo a colpa le gentilezze che ci fanno.

Friedrich Nietzsche (Umano, troppo umano)

Alle-persone-che-non-amiamo-imputiamo-a-Umano-troppo-umano-Friedrich-Nietzsche

Quel che si fa per amore, è sempre al di là del bene e del male.

Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Quel-che-si-fa-per-amore-e-Al-di-la-del-bene-e-del-male-Friedrich-Nietzsche

«Male! male! Come? Se ne sta forse tornando … indietro?» Sì! Ma lo comprendete male, se vi lagnate di ciò. Arretra, ma a somiglianza di chiunque voglia spiccare un gran salto …

Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Male-male-Come-Se-ne-sta-forse-Al-di-la-del-bene-e-del-male-Friedrich-Nietzsche

La piena irresponsabilità dell’uomo per il suo agire e per il suo essere è la goccia più amara che chi persegue la conoscenza deve inghiottire.

Friedrich Nietzsche (Umano, troppo umano)

La lunghezza della giornata. – Quando c’è molto da infilarci, un giorno ha mille tasche.

Friedrich Nietzsche (L’uomo solo con se stesso)

La-lunghezza-della-giornata-Quando-ce-Luomo-solo-con-se-stesso-Friedrich-Nietzsche

Le donne possono stringere benissimo amicizia con un uomo; ma per poterla conservare – a tal fine deve ben aiutare una piccola antipatia fisica.

Friedrich Nietzsche (Umano, troppo umano)

Cattiva memoria. – Il vantaggio della cattiva memoria è che si godono più volte le stesse buone cose per la prima volta.

Friedrich Nietzsche (L’uomo solo con se stesso)

Cattiva-memoria-Il-vantaggio-della-cattiva-Luomo-solo-con-se-stesso-Friedrich-Nietzsche

Soltanto quel che non cessa di dolorare resta nella memoria.

Friedrich Nietzsche (Genealogia della morale)

Soltanto-quel-che-non-cessa-di-dolorare-Genealogia-della-morale-Friedrich-Nietzsche

Si è stati cattivi spettatori della vita se non si è visto anche la mano che delicatamente – uccide.

Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Alla fine si ama il proprio desiderio, e non l’oggetto del proprio desiderio.

Friedrich Nietzsche (Al di là del bene e del male)

Alla-fine-si-ama-il-proprio-desiderio-Al-di-la-del-bene-e-del-male-Friedrich-Nietzsche

Munch-Friederich-at-Nietzsche
Friedrich Wilhelm Nietzsche, filosofo tedesco (Röcken, 15 ottobre 1844 – Weimar, 25 agosto 1900).
Annoverato tra i massimi filosofi e scrittori di ogni tempo, Nietzsche esercitò un’enorme influenza sulla cultura occidentale del XX secolo. Scrisse vari saggi e opere aforistiche sulla morale, sulla religione, sulla società moderna e sulla scienza.
Nietzsche e il suo pensiero si inseriscono nelle correnti della filosofia della vita, dell’irrazionalismo anti-idealista e antipositivista, e tra i precursori del movimento dell’esistenzialismo.
Nella sua opera convivono una violenta critica distruttiva verso il passato (la tradizione filosofica, morale e religiosa dell’Occidente da Socrate in poi) e un appassionato appello al futuro, alla creazione di un uomo nuovo capace di affrontare la tragicità della vita senza bisogno di certezze filosofiche o religiose.

La nascita della tragedia (Ovvero: grecità e pessimismo)

“Ciò che dà alla tragedia il suo particolare slancio verso l’alto è il sorgere della convinzione che il mondo, che la vita non ci possano dare nessuna vera soddisfazione, e che perciò non meritino il nostro attaccamento: in ciò consiste lo spirito tragico, il quale conduce alla rassegnazione.”

Nascita-della-tragedia-rassegnazione-at-Nietzsche

L’antica leggenda narra che il re Mida inseguì a lungo nella foresta il saggio Sileno, seguace di Dioniso, senza prenderlo. Quando quello gli cadde infine fra le mani, il re domandò quale fosse la cosa migliore e più desiderabile per l’uomo. Rigido e immobile, il demone tace; finché, costretto dal re, esce da ultimo fra stridule risa in queste parole: ‘Stirpe miserabile ed effimera, figlio del caso e della pena, perché mi costringi a dirti ciò che per te è vantaggiosissimo non sentire? Il meglio è per te assolutamente irraggiungibile: non essere nato, non essere, essere niente. Ma la cosa in secondo luogo migliore per te è – morire presto’.

Nascita-della-tragedia-at-Nietzsche

La bella parvenza dei mondi del sogno, nella cui produzione ogni uomo è artista pieno, è il presupposto di ogni arte figurativa.

Considerazioni inattuali

Osserva il gregge che pascola davanti a te: non sa che cosa sia ieri, che cosa sia oggi: salta intorno, mangia, digerisce, salta di nuovo. È così dal mattino alla sera e giorno dopo giorno, legato brevemente con il suo piacere ed il suo dispiacere, attaccato cioè al piolo dell’attimo e perciò né triste né annoiato… L’uomo chiese una volta all’animale: “Perché mi guardi soltanto senza parlarmi della felicità?” L’animale voleva rispondere e dice: “Ciò avviene perché dimentico subito quello che volevo dire” – ma dimenticò subito anche questa risposta e tacque: così l’uomo se ne meravigliò. Ma egli si meravigliò anche di se stesso, di non poter imparare a dimenticare e di essere sempre accanto al passato: per quanto lontano egli vada e per quanto velocemente, la catena lo accompagna. È un prodigio: l’attimo, in un lampo è presente, in un lampo è passato, prima un niente, dopo un niente, ma tuttavia torna come fantasma e turba la pace di un istante successivo. Continuamente si stacca un foglio dal rotolo del tempo, cade, vola via – e improvvisamente rivola indietro, in grembo all’uomo. Allora l’uomo dice “Mi ricordo”.
Considerazioni-inattuali-Mi-Ricordo-at-Nietzsche

Umano, troppo umano

Tutti gli uomini si distinguono, come in ogni tempo anche oggi, in schiavi e liberi; poiché chi non ha per sé due terzi della sua giornata, è uno schiavo, qualunque cosa poi sia: uomo di Stato, commerciante, funzionario, dotto.

Umano-troppo-umano-schiavo-at-Nietzsche

Aurora

Da non dimenticare. – Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare.
Quanto-piu-ci-innalziamo-tanto-piu-piccoli-sembriamo-a-quelli-che-at-Nietzsche

Il cristianesimo ha fatto di tutto per chiudere il circolo, e ha dichiarato che già il dubbio è peccato.

il-dubbio-e-peccato-at-Nietzsche

Il pauroso non sa che cosa significa essere soli: dietro la sua poltrona c’è sempre un nemico.

dietro-la-sua-poltrona-ce-sempre-un-nemico-at-Nietzsche

Così parlò Zarathustra

Chi-e-salito-sui-piu-alti-monti-ride-di-tutte-le-tragedie-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

Chi è salito sui più alti monti, ride di tutte le tragedie del teatro e della vita.
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

Diffidate-di-tutti-coloro-nei-quali-e-forte-l-istinto-di-punire-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

Diffidate di tutti coloro nei quali è forte l’istinto di punire!
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

La-nostra-fede-in-altri-rivela-in-che-cosa-noi-vorremmo-credere-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

La nostra fede in altri rivela in che cosa noi vorremmo credere di noi stessi.
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

L-uomo-e-una-fune-tesa-fra-l-animale-il-Superuomo-una-corda-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

L’uomo è una fune tesa fra l’animale e il Superuomo, una corda sopra l’abisso.
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

Erano-gradini-per-me-li-ho-saliti-a-tal-fine-ho-dovuto-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

Erano gradini per me, li ho saliti; a tal fine ho dovuto oltrepassarli. Ma quelli credevano che volessi riposarmi su di loro.
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

L-uomo-e-difficile-da-scoprire-ed-egli-e-per-se-stesso-la-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

L’uomo è difficile da scoprire, ed egli è per se stesso la più difficile delle scoperte.
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

Colui-che-conosce-la-verita-salta-malvolentieri-nelle-sue-acque-non-quando-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

Colui che conosce la verità salta malvolentieri nelle sue acque, non quando sono sporche, ma quando sono poco profonde.
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)
Lascia che il mondo vada come vuole! Non muovere un dito per impedirlo!
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

Tu-dici-che-e-la-buona-causa-che-consacra-perfino-la-guerra-Io-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

Tu dici che è la buona causa che consacra perfino la guerra? Io ti dico: è la buona guerra che consacra ogni causa.
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

Si-c-e-qualcosa-di-invulnerabile-d-inseppellibile-in-me-qualcosa-che-frantuma-le-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

Sì, c’è qualcosa di invulnerabile, d’inseppellibile in me, qualcosa che frantuma le rocce: si chiama la mia volontà. Silenziosa e immutata resta al passare degli anni.[…] Sì, tu sei quella che trasforma tutti i sepolcri in rovine: salute a te, mia volontà! E soltanto dove ci sono sepolcri, ci sono resurrezioni.
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

L-uomo-tema-la-donna-se-odia-giacche-in-fondo-all-anima-l-uomo-e-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

L’uomo tema la donna, se odia: giacché in fondo all’anima l’uomo è solo malvagio, mentre la donna è cattiva.
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

La-migliore-saggezza-e-tacere-passare-oltre-questo-adesso-l-ho-imparato-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

La migliore saggezza è tacere e passare oltre: questo – adesso l’ho imparato!
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

Se-volete-arrivare-in-alto-usate-le-vostre-gambe-Non-lasciatevi-trasportare-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

Se volete arrivare in alto, usate le vostre gambe! Non lasciatevi trasportare in alto, non sedetevi su dorsi e teste altrui!
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

Qual-e-la-specie-piu-alta-dell-essere-qual-e-la-piu-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

Qual è la specie più alta dell’essere e qual è la più vile? Il parassita è la più vile, ma chi è della specie più alta nutre il maggior numero di parassiti
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

Fratelli-miei-forse-sono-crudele-Ma-io-dico-a-cio-che-sta-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

Fratelli miei, forse sono crudele? Ma io dico: a ciò che sta cadendo si deve dare anche una spinta!
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

Due-cose-vuole-l-uomo-autentico-pericolo-giuoco-Percio-egli-vuole-la-donna-come-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

Due cose vuole l’uomo autentico: pericolo e giuoco. Perciò egli vuole la donna, come il giocattolo più pericoloso. L’uomo deve essere educato per la guerra e la donna per il ristoro del guerriero: tutto il resto è sciocchezza. Al guerriero non piacciono frutti troppo dolci. Perciò gli piace la donna; anche la donna più dolce è amara.
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)
Nell’amore c’è sempre un po’ di follia. Ma nella follia c’è sempre un po’ di saggezza.
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

Stato-si-chiama-il-piu-freddo-di-tutti-i-mostri-Ed-e-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

Stato si chiama il più freddo di tutti i mostri. Ed è freddo anche nel suo mentire; e dalla sua bocca striscia questa menzogna: “Io, lo Stato, sono il popolo!”
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

E-chi-non-ha-ali-non-deve-mettersi-al-di-sopra-di-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

E chi non ha ali non deve mettersi al di sopra di abissi.
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

Non-con-la-collera-col-riso-si-uccide-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

Non con la collera, col riso si uccide.
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

Meglio-non-sapere-nulla-che-molte-cose-a-meta-Meglio-essere-un-Cosi-parlo-Zarathustra-Nietzsche-txt

Meglio non sapere nulla, che molte cose a metà! Meglio essere un folle per propria iniziativa, che un saggio secondo il parere di un altro!
Nietzsche(Così parlò Zarathustra)

Al di là del bene e del male

Vi sono libri che hanno per l’anima e la salute un valore opposto, a seconda che se ne serva un’anima ignobile, un’inferiore forza letale, oppure invece quella più alta e più possente: nel primo caso sono libri pericolosi, frantumati e dissolventi, nel secondo, sono appelli d’araldo, che invitano i più prodi alla loro prodezza. I libri per tutti sono sempre libri maleodoranti: l’odore della piccola gente resta loro attaccato addosso. Dove il popolo mangia e beve, perfino là dove esso tributa la sua venerazione, c’è di solito del fetore. Non si deve andare in chiesa se si vuol respirare aria pura. 

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

Vi-sono-libri-che-hanno-per-l-anima-la-salute-un-valore-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt

Nella vendetta e nell’amore la donna è più barbarica dell’uomo. 

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

Nella-vendetta-e-nell-amore-la-donna-e-piu-barbarica-dell-uomo-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt-

La volontà di vincere una passione non è in fin dei conti che la volontà di un’altra o di diverse altre passioni. 

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

La-volonta-di-vincere-una-passione-non-e-in-fin-dei-conti-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt

Timore e pietà, ecco i sentimenti che l’uomo sinora provava dinanzi alla donna, sempre con un piede nella tragedia, la quale dilania mentre entusiasma. 

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

Timore-pieta-ecco-i-sentimenti-che-l-uomo-sinora-provava-dinanzi-alla-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt

Il benessere, come voi lo intendete – non rappresenta già un fine, bensì, almeno per noi, la fine! Significa per noi uno stato che finisce per rendere l’uomo ridicolo e spregevole, – fa desiderarne la perdizione! La scuola del dolore, del gran dolore – non sapete forse che questa scuola soltanto ha permesso all’uomo di acquistare certe attitudini? Quella tensione dell’anima nella sventura, che le proviene dalla propria forza, i brividi che l’attraversano quando assiste ad una grande ruina, l’ingegno, la bravura che si dimostra nel sopportare, nel perseverare, nell’interpretare, nello sfruttare la sventura, tutto ciò che l’anima ha acquistato in profondità, segretezza, dissimulazione, spirito, astuzia, grandezza: – non l’ha forse acquistato sotto la sferza del dolore, alla scuola del grande dolore? Nell’uomo si trovano riuniti la creatura ed il creatore: nell’uomo c’è la materia, c’è l’incompleto, il superfluo, c’è l’argilla, il fango, l’assurdo, il caos; ma nell’uomo c’è anche il soffio che crea, che plasma, c’è la durezza del martello, c’è lo spettatore – Dio, c’è il settimo giorno […] 

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

Il-benessere-come-voi-lo-intendete-non-rappresenta-gia-un-fine-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt

 Ci è estranea la misura, riconosciamolo: il nostro assillo è appunto l’assillo dell’infinito, dello smisurato. Similmente a chi cavalca un destriero fremente di buttarsi al galoppo, noi abbandoniamo le briglie dinanzi all’infinito, noi uomini moderni, noi semibarbari e siamo nella nostra beatitudine soltanto laddove siamo anche maggiormente in pericolo. 

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

Ci-e-estranea-la-misura-riconosciamolo-il-nostro-assillo-e-appunto-l-assillo-dell-infinito-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt

Non è già la forza, bensì la durata di un alto sentire che fa gli uomini superiori. 

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

Non-e-gia-la-forza-bensi-la-durata-di-un-alto-sentire-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt

Ciò che serve di nutrimento e di ristoro a un tipo superiore di uomini deve essere quasi un veleno per un tipo umano assai diverso e inferiore.

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

Cio-che-serve-di-nutrimento-di-ristoro-a-un-tipo-superiore-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt

Chi continua a esultare sul rogo, non trionfa sul dolore, bensì sul fatto che, contrariamente a quanto si aspettava, non sente alcun dolore. Una allegoria. 

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

Chi-continua-a-esultare-sul-rogo-non-trionfa-sul-dolore-bensi-sul-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt

Ogni persona squisita tende istintivamente alla sua rocca e alla sua intimità, dove trovare la liberazione dalla massa, dai molti, dal maggior numero, dove è possibile dimenticare la regola «uomo», in quanto sua eccezione: – salvo l’unico caso, che da un istinto ancor più forte costui venga ricacciato direttamente su questa regola, come uomo della conoscenza nel suo grande ed eccezionale significato. 

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

Ogni-persona-squisita-tende-istintivamente-alla-sua-rocca-alla-sua-intimita-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt

Le nostre conoscenze più elevate risuonano inevitabilmente – e anzi deve essere così – come follie, in talune circostanze come delitti, allorché vengono indebitamente all’orecchio di coloro che non sono strutturati né predestinati per cose siffatte.

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

Le-nostre-conoscenze-piu-elevate-risuonano-inevitabilmente-anzi-deve-essere-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt

La profonda sofferenza rende nobili; essa divide.

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

La-profonda-sofferenza-rende-nobili-essa-divide-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt

Il basso ventre è il motivo per cui non è tanto facile all’uomo credersi un dio.

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

Il-basso-ventre-e-il-motivo-per-cui-non-e-tanto-facile-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt

La verità è una delle tante seduzioni letterarie.

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

La-verita-e-una-delle-tante-seduzioni-letterarie-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt

Le grandi epoche della nostra vita si hanno quando noi abbiamo il coraggio di ribattezzare il nostro male come quel che abbiamo di meglio. 

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

Le-grandi-epoche-della-nostra-vita-si-hanno-quando-noi-abbiamo-il-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt

Anche il concubinato è stato corrotto: – per mezzo del matrimonio. 

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

Anche-il-concubinato-e-stato-corrotto-per-mezzo-del-matrimonio-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt-

Vivere con immensa e superba imperturbabilità; sempre al di là.

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

Vivere-con-immensa-superba-imperturbabilita-sempre-al-di-la-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt

Non si deve restare attaccati a una persona: fosse anche la più amata – ogni persona è un carcere e anche un cantuccio. 

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

Non-si-deve-restare-attaccati-a-una-persona-fosse-anche-la-piu-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt

…anzi, vi sono molte buone ragioni di ritenere, che per certe cose gli dei, tutti insieme, potrebbero imparare molto dagli uomini. Noi uomini siamo più – umani.

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

anzi-vi-sono-molte-buone-ragioni-di-ritenere-che-per-certe-cose-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt

Come? Un grand’uomo? Ma io non vedo che un commediante del suo proprio ideale.

Nietzsche(Al di là del bene e del male)

Come-Un-grand-uomo-Ma-io-non-vedo-che-un-commediante-del-suo-Al-di-la-del-bene-del-male-Nietzsche-txt

Genealogia della morale

Non si trascuri infatti questa circostanza: per necessità di natura i forti tendono a dissociarsi, quanto i deboli ad associarsi.

Nietzsche(Genealogia della morale)

Non-si-trascuri-infatti-questa-circostanza-per-necessita-di-natura-i-forti-Genealogia-della-morale-Nietzsche

Come sono diverse queste due parole, «cattivo» e «malvagio» […] domandiamoci chi propriamente è il «malvagio», nel senso della morale del ressentiment. Con una risposta rigorosa occorrerà dire: appunto il «buono» dell’altra morale, appunto il nobile, il potente, il dominatore.

Nietzsche(Genealogia della morale)

Come-sono-diverse-queste-due-parole-cattivo-malvagio-domandiamoci-chi-Genealogia-della-morale-Nietzsche

Sono stati invece gli stessi «buoni», vale a dire i nobili, i potenti, gli uomini di condizione superiore e di elevato sentire ad aver avvertito e determinato se stessi e le loro azioni come buoni; cioè di prim’ordine, e in contrasto a tutto quanto è ignobile e d’ignobile sentire, volgare e plebeo.

Nietzsche(Genealogia della morale)

Sono-stati-invece-gli-stessi-buoni-vale-a-dire-i-nobili-i-Genealogia-della-morale-Nietzsche

Tutti gli istinti che non si scaricano all’esterno, si rivolgono all’interno – questo è quella che io chiamo interiorizzazione dell’uomo: in tal modo soltanto si sviluppa nell’uomo quella che più tardi verrà chiamata la sua «anima».

Nietzsche(Genealogia della morale)

Tutti-gli-istinti-che-non-si-scaricano-all-esterno-si-rivolgono-all-interno-questo-e-Genealogia-della-morale-Nietzsche

Ateismo e una sorta di seconda innocenza sono intrinsecamente connessi.

Nietzsche(Genealogia della morale)

Ateismo-e-una-sorta-di-seconda-innocenza-sono-intrinsecamente-connessi-Genealogia-della-morale-Nietzsche

In tal modo il cristianesimo come dogma è crollato per la sua stessa morale: in tal modo anche il cristianesimo come morale deve ancora crollare – noi siamo alla soglia di questo avvenimento.

Nietzsche(Genealogia della morale)

In-tal-modo-il-cristianesimo-come-dogma-e-crollato-per-la-sua-stessa-morale-in-Genealogia-della-morale-Nietzsche

Ancora sono ben lontani costoro dall’essere spiriti liberi: poiché ancora essi credono alla verità … Allorché i Crociati cristiani si scontrarono in Oriente con quell’invincibile ordine di Assassini, quell’ordine di spiriti liberi par excellence, i cui gradi infimi vivevano in una obbedienza quale non fu mai raggiunta da alcun ordine monastico, ricevettero per qualche via anche una indicazione su quel simbolo e su quella parola d’ordine intagliata sul legno, che era riservata unicamente a grandi sommi, come loro secretum: «Nulla è vero, tutto è permesso» … Orbene, questa era libertà dello spirito, in tal modo veniva congedata la fede nella stessa verità …

Nietzsche(Genealogia della morale)

Ancora-sono-ben-lontani-costoro-dall-essere-spiriti-liberi-poiche-ancora-essi-credono-alla-verita-Genealogia-della-morale-Nietzsche

È chiaro che per esercitare così la lettura come arte, è necessaria soprattutto una cosa che al giorno d’oggi si è disimparata più di tante altre – e perciò, per arrivare alla “leggibilità” delle mie opere, ci vorrà ancora tempo – una cosa, cioè, per cui si deve essere piuttosto simili a una vacca e in nessun caso a un “uomo moderno”: il ruminare.

Nietzsche(Genealogia della morale)

E-chiaro-che-per-esercitare-cosi-la-lettura-come-arte-e-necessaria-Genealogia-della-morale-Nietzsche

I malati sono il pericolo massimo per i sani; non dai più forti viene il danno per i forti, bensì dai più deboli.

Nietzsche(Genealogia della morale)

I-malati-sono-il-pericolo-massimo-per-i-sani-non-dai-piu-forti-viene-Genealogia-della-morale-Nietzsche

Si riconosce un filosofo nel suo rifuggire tre cose abbaglianti e chiassose: la gloria, i principi e le donne.

Nietzsche(Genealogia della morale)

Si-riconosce-un-filosofo-nel-suo-rifuggire-tre-cose-abbaglianti-chiassose-Genealogia-della-morale-Nietzsche

Senza crudeltà non v’è festa: così insegna la più antica, la più lunga storia dell’uomo – e anche nella pena v’è tanta aria di festa!

Nietzsche(Genealogia della morale)

Senza-crudelta-non-v-e-festa-cosi-insegna-la-piu-antica-la-piu-lunga-storia-dell-uomo-anche-Genealogia-della-morale-Nietzsche

Si incide a fuoco qualcosa affinché resti nella memoria; soltanto quel che non cessa di dolorare resta nella memoria.

Nietzsche(Genealogia della morale)

Si-incide-a-fuoco-qualcosa-affinche-resti-nella-memoria-soltanto-quel-che-non-Genealogia-della-morale-Nietzsche

L’inoffensività del debole […] il suo inevitabile dover aspettare […] il non-potersi-vendicare è detto non-volersi-vendicare, forse addirittura perdonare («giacché costoro non sanno quel che fanno»).

Nietzsche(Genealogia della morale)

Il «peccato» – giacché suona così la reinterpretazione sacerdotale della «cattiva coscienza» animale (della crudeltà volta all’indietro) – è stato sino a oggi l’avvenimento più grande nella storia dell’anima malata: in esso noi abbiamo lo stratagemma più pericoloso e più funesto dell’interpretazione religiosa.

Nietzsche(Genealogia della morale)

Il-peccato-giacche-suona-cosi-la-reinterpretazione-sacerdotale-della-cattiva-coscienza-Genealogia-della-morale-Nietzsche

Grazie all’eticità dei costumi e alla sociale camicia di forza l’uomo venne reso effettivamente calcolabile (prevedibile).

Nietzsche(Genealogia della morale)

Grazie-all-eticita-dei-costumi-alla-sociale-camicia-di-forza-l-uomo-venne-reso-effettivamente-Genealogia-della-morale-Nietzsche

In che senso può essere la sofferenza una compensazione di «debiti»? In quanto far soffrire arrecava soddisfazioni in sommo grado.

Nietzsche(Genealogia della morale)

In-che-senso-puo-essere-la-sofferenza-una-compensazione-di-debiti-In-Genealogia-della-morale-Nietzsche

Il prete è il modificatore di direzione del ressentiment. Ogni sofferente, infatti, cerca istintivamente una causa del proprio dolore.

Nietzsche(Genealogia della morale)

Il-prete-e-il-modificatore-di-direzione-del-ressentiment-Ogni-sofferente-infatti-cerca-istintivamente-una-causa-del-Genealogia-della-morale-Nietzsche

Siamo ignoti a noi medesimi, noi uomini della conoscenza, noi stessi a noi stessi: è questo un fatto che ha le sue buone ragioni. Non abbiamo mai cercato noi stessi – come potrebbe mai accadere che ci si possa, un bel giorno trovare?

Nietzsche(Genealogia della morale)

Siamo-ignoti-a-noi-medesimi-noi-uomini-della-conoscenza-noi-stessi-a-Genealogia-della-morale-Nietzsche

I signori sono stati spazzati via: la morale dell’uomo comune ha vinto.

Nietzsche(Genealogia della morale)

I-signori-sono-stati-spazzati-via-la-morale-dell-uomo-comune-ha-vinto-Genealogia-della-morale-Nietzsche