Rocky

Cover-Copertina-Rocky-Balboa

Rocky, film statunitense del 1976 con Sylvester Stallone, regia di John G. Avildsen. (…continua↓)

Un film su un uomo che combatte per dimostrare di non essere un perdente. E perde. 

Rat-Man

Nessuno colpisce duro come la vita.

Rocky

Nessuno-colpisce-duro-come-la-vita-Rocky-Sylvester-Stallone

Ma che cosa vuole? Non me frega niente a me del futuro! Vattene via! Adriaaaaaaaaana!

Rocky

Ma-che-cosa-vuole-Non-me-frega-niente-a-me-del-futuro-Rocky-Sylvester-Stallone

Se vuoi ballare, devi pagare l’orchestra, no? E se vuoi un prestito devi rispettare i termini. Allora, tu con me, il sentimento non attacca.

Rocky

Io… ti voglio baciare. Tu puoi anche non restituire il bacio se vuoi, ma io ti voglio baciare.

Rocky

Io-ti-voglio-baciare-Tu-puoi-anche-non-restituire-il-bacio-se-Rocky-Sylvester-Stallone

Quando salirai sul ring col campione del mondo dei pesi massimi devi essere a punto, capito? Lo sai? Io ho aspettato più di cinquant’anni e tu devi essere a punto, devi essere una mitragliatrice figliolo, devi essere come quello che mangiava fulmini e ricacava i tuoni, capito? E poi ti ricorderanno come il killer di Philadelphia!

Rocky

Quando-salirai-sul-ring-col-campione-del-mondo-dei-pesi-massimi-devi-Rocky-Sylvester-Stallone

Guarda che faccia! È una faccia che ci si può fidare, si o no? Questa la potrebbero mettere anche su un francobollo!

Rocky

In fondo chi se ne frega se perdo questo incontro, non mi frega niente neanche se mi spacca la testa, perché l’unica cosa che voglio è resistere, nessuno è mai riuscito a resistere con Creed, se io riesco a reggere alla distanza, e se quando suona l’ultimo gong io sono ancora in piedi… se sono ancora in piedi io saprò per la prima volta in vita mia che… che non sono soltanto un bullo di periferia.

Rocky

In-fondo-chi-se-ne-frega-se-perdo-questo-incontro-non-mi-Rocky-Sylvester-Stallone

Non-ci-sara-rivincita-Rocky

  • Apollo Creed: Non ci sarà rivincita!
  • Rocky Balboa: E chi la vuole!

Perche-non-ballo-e-non-canto-Rocky

  • Adriana: Ma tu perché fai il pugile?
  • Rocky: Perché non ballo e non canto.

  • Intervistatore: Rocky, sei riuscito a resistere 15 round, come ti senti?
  • Rocky: Bene, bene!

Come-una-roccia-Rocky

  • Allenatore: Come ti senti, Rocky?
  • Rocky: Come una roccia!

  • Rocky: Io il tacchino mica lo volevo…
  • Adriana: Ma è il giorno del ringraziamento…
  • Rocky: Sì, per te, ma per me è solo giovedì…

  • Mickey: Tu avevi le qualità per diventare un buon pugile e invece ti sei messo a fare il duro di un gangster da quattro soldi!
  • Rocky: Io ci vivo!
  • Mickey: E questo lo chiami vivere?!

Che-credevi-di-essere-bello-Rocky

  • Mickey: Hai il naso rotto.
  • Rocky: Sono brutto?
  • Mickey: Che credevi, di essere bello?

  • Jergens: Rocky, tu credi che l’America sia il paese delle opportunità?
  • Rocky: Sì.
  • Jergens: La pensa così anche Creed. E lo vuole dimostrare a tutto il mondo dando a uno sconosciuto la chance di vincere. E questo sconosciuto sei tu. Ha scelto te, Rocky.

Il film Rocky reso immediatamente famoso Stallone, fino ad allora poco conosciuto: diviene infatti il terzo uomo nella storia del cinema, dopo Charlie Chaplin e Orson Welles, a ricevere la nomination all’Oscar sia come sceneggiatore che come attore per lo stesso film.
Il 24 marzo 1975 stallone assiste di boxe Muhammad Ali e Chuck Wepner: l’incontro fu vinto dal campione del mondo in carica che pur tuttavia ebbe notevoli difficoltà finendo al tappeto alla nona ripresa. Wepner resistette fono alla quindicesima ripresa per poi finire al K.O.: fù questa strenua resistenza del pugile Wepner a colpire profondamente Stallone che scrisse la sceneggiatura di Rocky in soli tre giorni successivi.
Il film è stato realizzato in 28 giorni a Filadelfia ed un budget di 1,1 milioni di dollari e guadagnandone 225 milioni di dollari